Chi siamo

"Il Centro Culturale Primo Levi ha lo scopo di promuovere e sostenere iniziative culturali,  editoriali e sociali per lo studio e la conoscenza dell'ebraismo nei suoi molteplici aspetti,    ispirandosi a principi di libertà di opinione, democrazia e rispetto della persona.

Nasce dalla volontà di instaurare un dialogo aperto tra le persone di diverso credo religioso e differente estrazione culturale e politica, rivolto ad approfondire, attraverso comuni terreni di ricerca, la conoscenza della cultura ebraica e dei contributi che essa ha dato alla formazione della civiltà moderna.

I promotori ritengono che una migliore e più diffusa conoscenza dei valori dell'ebraismo sia necessaria al fine di favorire un clima di civile comprensione e operosa convivenza in una società pluralistica fondata sul rispetto e sulla valorizzazione di tutte le componenti spirituali che hanno concorso a formarla e sono chiamate a difenderla.

Il richiamo ideale della figura di Primo Levi impegna i fondatori del Centro e quanti ad esso vorranno aderire a ricercare, in spirito di libertà, i contenuti concreti e duraturi di una comune esperienza culturale rivolta ad un futuro di speranza, pur col richiamo ai doveri della memoria ed al monito che ci giunge dal recente passato.”



Il documento qui riportato costituisce il "Manifesto" con il quale nel 1990 un gruppo di amici di diverso credo religioso e differente estrazione culturale e politica, ha fondato a Genova il Centro Culturale Primo Levi con lo scopo di promuovere e sostenere iniziative culturali, editoriali e sociali per lo studio e la conoscenza dell'ebraismo nei suoi molteplici aspetti, ispirandosi a principi di libertà di opinione, democrazia e rispetto della persona.

Da allora la nostra associazione ha realizzato nel corso dei propri dodici anni di vita più di cinquecento manifestazioni, tutte dettate dalla volontà di instaurare un dialogo aperto, rivolto ad approfondire, attraverso comuni terreni di ricerca, la conoscenza della cultura ebraica e dei contributi che essa ha dato alla formazione della civiltà moderna, al fine di favorire un clima di civile comprensione e operosa convivenza in una società pluralistica fondata sul rispetto e sulla valorizzazione di tutte le componenti spirituali che hanno concorso a formarla.

Nel corso di questi anni si sono iscritti più di 500 soci e migliaia di persone hanno partecipato alle nostre iniziative culturali.

Il richiamo ideale della figura di Primo Levi, che ha impegnato il Centro a promuovere un futuro di speranza, pur col richiamo ai doveri della memoria ed al monito che ci giunge dal recente passato, si è altresì concretizzato nell'istituzione nel 1992 di un Premio Internazionale per onorare coloro che, con il proprio impegno morale, spirituale e civile, hanno contribuito alla pace ed alla giustizia per un mondo libero da pregiudizi, razzismo ed intolleranza, con ciò ponendosi nel solco dell'insegnamento portato avanti da Primo Levi nel corso della sua vita e con le sue opere.

In questo sito potrete trovare l'intero curriculum delle attività realizzate dal 1991 ad oggi nonché l'elenco di tutti i relatori ed artisti che vi hanno partecipato e l'elenco dei soggetti che hanno contribuito, nelle diverse forme, alla realizzazione di tali attività.